Tutto il peggio del calcio italiano tra equivoci, errori clamorosi e “papere” storiche. Dal 1980 ad oggi.


Umit Davala

Luogo di Nascita:
Mannheim (Germania)

Data di Nascita:
30/07/1973

Ruolo:
Centrocampista

Posizione:
Esterno Destro

Squadre:
Milan,
Inter

Voto al Bidone:
7,5

In una parola:
-


Umit Davala


Il fedele discepolo di Fatih Terim, “Imperatore” turco



Umit Davala con la maglia del Milan Nato in Germania, ma di nazionalità turca, Umit Davala iniziò giovanissimo a giocare a calcio tra i suoi coetanei tedeschi, e solo successivamente si trasferì in Turchia. Nel 1996 approda al Galatasaray, un matrimonio che risulterà vincente: c’è feeling con l’allenatore Fatih Terim, il che gli agevola l’ambientamento, tanto da diventare in breve tempo uno dei pilastri della squadra. Con il club turca vince 4 campionati consecutivi e, nel 2000, la Coppa Uefa e la Supercoppa Europea, battendo in finale rispettivamente Arsenal e Real Madrid. In seguito al passaggio del tecnico turco sulla panchina del Milan, nel Settembre del 2001 Fatih Terim si ricordò dell’esterno destro dal sicuro rendimento, e ne chiese l’ingaggio. In quello stesso mese Umit Davala fu acquistato dai rossoneri per la cifra di 5 milioni di Euro. Purtroppo per lui, però, Terim dopo solo due mesi – nel Novembre 2001 – in seguito alla sconfitta patita a Torino per 1-0 contro i granata locali, venne esonerato per far iniziare l’epopea di Carletto Ancelotti sulla panchina rossonera e per Umit si persero quindi le restanti speranze di giocare da titolare. Giocò solo 10 partite nell’arco di tutto il campionato e poi, nell’Agosto della stagione successiva, fu subito inserito in uno scambio con i cugini dell’Inter, che prevedeva come contropartita il passaggio del croato Dario Simic in rossonero. Nel frattempo c’era da disputare il Mondiale in Corea e Giappone: la rassegna nippocoreana vide la sua Turchia – con cui ha giocato 41 gare e segnato 4 reti, dal 1996 al 2004 – piazzarsi terza, ottenendo così il miglior risultato nella propria storia. Tuttavia, non c’era spazio per lui in nerazzurro, perciò fu ceduto in prestito al Werder Brema, dove in quella stagione riuscì a vincere Scudetto e Coppa di Germania. La buona stagione dei teutonici fece si che il trasferimento in Germania divenne definitivo nel Luglio del 2004. E’ questa l’ultima esperienza di Umit, che – a causa anche di diversi infortuni – si ritirò nel 2006. Dal 2007 è il Commissario Tecnico della Nazionale Under 21 della Turchia.

Stagione Squadra Presenze Reti
1989-90 VRF Mannheim
1990-92 ASV Feudenheim
1992-94 Turkspor Mannheim
1994-96 Afyonspor
gen. 96 Diyarbakirspor
1996-01 Galatasaray 125 15
sett. 01 Milan 10 -
2002-03 Inter - -
sett. 02 Galatasaray 23 1
2003-06 Werder Brema 33 -