Tutto il peggio del calcio italiano tra equivoci, errori clamorosi e “papere” storiche. Dal 1980 ad oggi.


Sergio Fabian Zarate

Luogo di Nascita:
Haedo (Argentina)

Data di Nascita:
14/01/1969

Ruolo:
Centrocampista

Posizione:
Mezzapunta

Squadra:
Ancona

Voto al Bidone:
8

In una parola:
-



«Tremate, tremate, all’Ancona c’è Zarate»
(1992/93)


Striscione intimidatorio dei tifosi dorici che ancora non conoscevano a fondo le doti dell’argentino, nuovo acquisto biancorosso

Sergio Fabian Zarate


Il miglior giocatore del mondo, senza la palla al piede



Zarate con la maglia dell'Ancona Ancora oggi i tifosi dell’Ancona ricordano con grande nostalgia (della Serie A ovviamente) un certo “El Ratòn”, al secolo Sergio Fabian Zarate. Quando la squadra dorica conquistò per la prima volta nella sua storia l’accesso alla massima Serie, nell’estate del 1992 tentò di importare qualche extracomunitario (sempre di gran moda) per darsi maggior lustro: e così dal Norimberga arrivò un trequartista dalla lunga chioma, piccoletto e stranamente somigliante ad Alvaro Vitali, il “Pierino” del grande schermo. Zarate, per l’appunto. Il Presidente Longarini lo acquistò ma si dimenticò ben presto di pagarlo: nascerà quandi una querelle con il club teutonico, con il giocatore che, a conti fatti, se ne dovrà tornare al mittente per insolvenza.

Zarate dopo aver segnato un gol al Foggia E ci si misero pure i tifosi, accesi dall'arrivo del fuoriclasse (?) argentino. La maggior parte di loro, infatti, alla notizia del possibile addio di Zarate (per le inadempienze di Longarini), insorsero, ricordando che gli abbomaneti li avevano fatti sapendo appunto dell'arrivo di Zarate. In ogni caso, il pampero (o papero?) disputò in tutto 11 partite, rimanendo invariabilmente piantato come un palo a centrocampo, in attesa dell’inesorabile sostituzione
. Riuscì anche a segnare due gol, entrambi il 25 Ottobre 1992, contro il Foggia di Zeman, le cui squadre sono da sempre caratterizzate da un attacco molto prolifico ma anche da una difesa quasi ridicola. Due mesi più tardi, nel Gennaio 1993, ad Ancona tutti erano d’accordo per mandarlo a casa: se ne tornò quindi al Velez, fino al termine della stagione, che vide la squadra dorica retrocedere in B.

Chiusa la piccola parentesi in Patria, il coraggioso Norimberga si disse d'accordo a riprenderselo: è in Germania che vivrà il suo periodo migliore. Dopo una breve esperienza all’Amburgo, la lunga chioma di Fabian avrà nuova fama nel club messicano del Nexaca, esperienza che lo stesso Fabian ritenne esaltante in un’intervista rilasciata poco prima del suo ritiro. In quel paese, negli anni a seguire, giocò discretamente, tant’è che chiuse la carriera al Puebla, nel 1999. Paolo Condo’ della Gazzetta dello Sport scrisse un’editoriale che conteneva questo lapidario commento: «Se il calcio si giocasse senza palla, Zarate sarebbe il miglior giocatore del mondo». Indiscutibile.

AGGIORNAMENTI — Attualmente vive a Buenos Aires e fa il Procuratore dei suoi tre fratelli, Rolando, Ariel e Mauro – quest’ultimo alla Lazio e all'Inter – tutti calciatori con alterne fortune. In seguito, nel corso di un’intervista rievocò la sua esperienza italiana: «All’Ancona andò male, ma è stata comunque una grande lezione». Da non ripetere, ovviamente.


«E’ il mio regalo all’Ancona»
(Edoardo Longarini, Presidente Ancona)

«Conto sulla Federcalcio, il contratto va rispettato. Se proprio non posso restare all’Ancona, vorrei un’altra squadra italiana. Al Norimberga? No. Non puo’ farmi una buona proposta. Ha pochi soldi, sapete. Problemi del mio procuratore, verra’ qui nei prossimi giorni»
(Sergio Fabian Zarate, attaccante Ancona)

«Fa piacere che Maurito si stia affermando la’ dove io non sono riuscito. Ho avuto una carriera soddisfacente, ma quell’anno sfortunato con l’Ancona resta un cruccio. Ad Ancona sono pero’ rimasto affezionato»
(Sergio Fabian Zarate, Procuratore del fratello Mauro)



Stagione Squadra Presenze Reti
1987-91 Velez Sarsfield 73 13
gen. 91 FC Norimberga 42 9
1992-93 Ancona 11 2
1993-94 FC Norimberga 27 13
1994-95 Hamburger SV 11 1
1995-97 Nexaca 93 29
1997-98 América 28 6
1998-98 Nexaca 33 10
1999-00 Velez Sarsfield 73 13
2000-01 Puebla 36 6
2002-03 Deportivo Merlo